Se anche voi avete passato almeno un paio d’ore su Youtube a guardare i video dei makers che realizzavano cose con la resina epossidica, allora potete capire perfettamente le mie sensazioni. Adoro questo genere di video e, in generale, tutto il fai da te, anche se attualmente non ho né lo spazio né la possibilità di realizzare il mio garage dei sogni. Nonostante questa piccola difficoltà temporanea (sempre se Ida non deciderà di lasciarmi quando le chiederò il permesso di comprare un banco sega nella nostra futura casa…), ho pensato ad un piccolo progettino che non richiede tantissimi sforzi né strumenti particolari.

Ho deciso di restaurare un vecchio tavolino Lack dell’IKEA, ormai rovinato e destinato all’isola ecologica. L’idea iniziale era quella di ricoprirlo di tappi e successivamente fare delle colate di resina epossidica trasparente ma la mia incapacità di aspettare l’accumulo del giusto numero di tappi (avevo pensato di farlo con i tappi delle birre commerciali) ha fatto sì che cambiassi direzione e usassi cose che già avevo in casa. Sono andato innanzitutto in tipografia a farmi stampare una versione gigante del mio logo che successivamente ho incollato al tavolino e poi ho iniziato a fare decoupage con malti e luppoli in pellet. I 3,2 chili di resina epossidica necessari a ricoprire l’intera creazione sono stati acquistati sul sito ResinPro.

Devo dire che, per essere la prima volta che ho maneggiato questo materiale, non posso affatto lamentarmi. Ci sono delle imperfezioni ovviamente: in due o tre punti la resina non è riuscita a coprire tutti gli elementi (parliamo tuttavia di pochi millimetri) e, col senno del poi, sarebbe stato meglio verniciare di un colore scuro il fondo del tavolino. Nonostante questo, il tavolino fa la sua bella figura nello Sgabuzen e, soprattutto, su Instagram!

Share:
Houston
Scritto da: Houston
Mi chiamo Giovanni, sono laureato in Ingegneria Informatica e adoro i Pink Floyd. Sono diventato un "casalingo-brassicolo" nel 2011 e, dopo circa un anno, ho deciso di aprire questo Blog per condividere tutte le mie esperienze in questo meraviglioso mondo. Adoro le birre scure, alcoliche e corpose e mi diverto ad automatizzare qualsiasi cosa dotata di microchip.