“Ciao a tutti amici homebrewers e benvenuti a Sgabuzen Night LIVE!“. Erano mesi che sognavo di pronunciare queste parole.

Ho sempre avuto una forte attrazione per le dirette streaming e, in questi mesi, mi sono documentato come meglio potevo, ovvero su Youtube, guardando decine di live-tutorial di trucco, sfide su minecraft e consigli adolescenziali su come trovare l’amore della propria vita.

Alla fine, mi sono fatto una mia idea di come doveva essere lo “show” e ho contattato qualche amico per chiedere consigli. Contemporaneamente, io e il buon Antonio aka Jigen avevamo rimesso in piedi il progetto Brewplus ed eravamo quasi arrivati a pubblicare una prima release stabile del programma. Arrivati a questo punto, una delle tante vocine sparse nel mio malcapitato encefalo si è fatta strada e mi ha detto: “Ma perché non far coincidere diretta e presentazione del programma in un solo grande evento?“.

I ragazzi del team sono stati da subito entusiasti della cosa e quindi, dopo un minimo di spam e pianificazione, siamo partiti.

Non sapevo cosa aspettarmi dalla prima diretta. Ero emozionato (un conto è scriversi un copione e registrarsi da soli e ben altro conto invece è parlare ed interagire con un pubblico reattivo) ma soprattutto avevo timore che non si collegasse nessuno. Fortunatamente la mia faccina da c**o ha preso il sopravvento.

Ora che scrivo, posso dire a posteriori che la mia iniziativa ha avuto un ottimo riscontro, con punte di 100 utenti collegati in real-time ed oltre 700 visualizzazioni accumulate nelle 12 ore successive alla messa in onda della diretta. Questi numeri, tenendo in considerazione il fatto che il canale è ancora piccolo, mi fanno ben sperare per il futuro di Sgabuzen Homebrewing. 🙂

Ovviamente, ho subito notato dei punti deboli (principalmente durata e gestione del silenzio) che mi appresterò a risolvere nelle prossime puntate ma, complessivamente, non posso far altro che dichiararmi entusiasta per il risultato raggiunto.

Prima di lasciarvi alla registrazione della diretta, ci tenevo a ringraziare Michele, Alessandro e Angelo, senza i quali non sarebbe stata possibile la rinascita di Brewplus. Un grazie enorme ovviamente va anche a tutti i collaboratori, beta-tester e cazzari vari che in questi mesi si sono rimboccati le maniche per distribuire democraticamente le cose da fare.

Grazie a tutti.

Share:
Houston
Scritto da: Houston
Mi chiamo Giovanni, sono laureato in Ingegneria Informatica e adoro i Pink Floyd. Sono diventato un "casalingo-brassicolo" nel 2011 e, dopo circa un anno, ho deciso di aprire questo Blog per condividere tutte le mie esperienze in questo meraviglioso mondo. Adoro le birre scure, alcoliche e corpose e mi diverto ad automatizzare qualsiasi cosa dotata di microchip.