La prima volta che assaggiai una Grodziskie rimasi piacevolmente colpito. Era la Polska del Birrificio Amiata.

La trovai per sbaglio alla spina in un locale a Caserta e, ovviamente, non avevo idea di cosa fosse. Successivamente, dopo aver consultato il BJCP, ho scoperto che la Grodziskie è uno stile tradizionale polacco (letteralmente significa birra di Grodzisk) che viene preparato con il 100% di malto di frumento affumicato su legno di quercia.

Una figata pazzesca!” – ho pensato – “Proviamo a farla!“.

Il problema è che non è cosa buona e giusta brassare una birra che si conosce appena. Per questo motivo, mi sono guardato intorno per qualche mese alla ricerca di altre Gratzer (denominazione alternativa per riferirsi al medesimo stile) e purtroppo non ne ho trovate. Alla fine ho preferito concentrarmi su altro ed il mio progetto Grodziskie è sprofondato nell’oblio.

Tutto questo fino a qualche mese fa, dopo aver ricevuto in dono delle birre brassate dal buon Vincenzo, presidente dell’Associazione Southern Homebrewers.

Le birre in questione erano quattro e, tra queste, c’era anche una Grodziskie, che ho assaggiato quasi istantaneamente davanti alla telecamera.

Dopo questo assaggio, i miei progetti sono tornati a galla e ho deciso di provarci anche io.

Vi terrò aggiornati sugli sviluppi… intanto guardatevi il video-assaggio della birra del buon Vincenzo. 🙂

Share:
Houston
Scritto da: Houston
Mi chiamo Giovanni, sono laureato in Ingegneria Informatica e adoro i Pink Floyd. Sono diventato un "casalingo-brassicolo" nel 2011 e, dopo circa un anno, ho deciso di aprire questo Blog per condividere tutte le mie esperienze in questo meraviglioso mondo. Adoro le birre scure, alcoliche e corpose e mi diverto ad automatizzare qualsiasi cosa dotata di microchip.