Nel doppio assaggio di oggi vi parlo delle birre che mi ha spedito Luca da Roma, ovvero una IPA con variante scottish ed una Extra Special Bitter.

Le birre, dall’aspetto molto invitante, hanno rispecchiato perfettamente la descrizione inviatami dal proprio creatore.

Il maltato era molto presente in entrambe le birre. Come era successo anche per la birra di Alfonso, non ho percepito grandissimi profumi di luppolo.

Questo mi ha portato a farmi delle domande: sono loro che si trattengono nelle gittate oppure sono io che sono un tamarrone?

Propendo ovviamente per la seconda ipotesi. 🙂

Purtroppo, entrambe le birre presentavano difetti attribuibili alla fase di fermentazione: la prima aveva una punta di zolfo al naso (col suo classico odore di uovo marcio) mentre la seconda presentava un po’ di solvente al gusto. Ho detto purtroppo perché le birre erano molto godibili e sarebbero state perfette senza quei difetti.

Ma del resto, lo scopo di questi assaggi è proprio quello di creare una discussione intorno alla birra homebrewed e di focalizzare l’attenzione non tanto sui pregi quanto sui possibili difetti.

Diversamente… questa mia rubrica servirebbe solo per bere a scrocco. Non credete? 🙂

Houston

Di Houston

Mi chiamo Giovanni, sono laureato in Ingegneria Informatica e adoro i Pink Floyd. Sono diventato un "casalingo-brassicolo" nel 2011 e, dopo circa un anno, ho deciso di aprire questo Blog per condividere tutte le mie esperienze in questo meraviglioso mondo. Adoro le birre scure, alcoliche e corpose e mi diverto ad automatizzare qualsiasi cosa dotata di microchip.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *